biglietti da visita firenze

biglietti da visita Firenze

biglietti da visita Firenze

biglietti da visita Firenze

biglietti da visita Firenze

biglietti da visita Firenze

biglietti da visita Firenze

Secondo gli antichi cerimoniali cinesi, ogni persona che si recava a visitare un mandarino si annunciava con una striscia di carta, sulla quale erano riportati il suo nome e gli eventuali attributi e titoli che gli competevano. Pericle faceva precedere le sue visite alla bella Aspasia da un dono, al quale univa una striscia di papiro sulla quale era vergato solo il suo nome.
Il biglietto da visita viene inventato in Francia attorno al 1700.
In Italia iniziarono a diffondersi attorno al 1730. Il biglietto da visita è ricordato in una commedia di Goldoni, “Il Cavalier Giocondo”, del 1755
Partendo da Bologna, facendo a lei ritorno,
in visite una volta spendeva tutto il giorno:
ora con i biglietti supplisco a ogni impegno.
Ah! I Francesi, i Francesi hanno il gran bell’ingegno!
Originariamente erano dei cartoncini manoscritti, verso il 1750 cominciarono a diffondersi modelli stampati, i primi esemplari col solo nome della persona, i successivi arricchiti da motivi decorativi e stemmi.
l formato è piuttosto vario anche se recentemente va sempre più affermandosi il formato “carta di credito” per la sua praticità. Non molto diffusi sono i biglietti da visita con forme diverse dal classico rettangolo, o ripiegati mentre più comuni sono i biglietti fronte e retro con gli stessi dati in due lingue diverse sulle due facce.

Dettagli.

Realizzazione grafica e stampa di Biglietti da Visita per ogni esigenza in tempi brevi e in modo economico..

Design.

Portaci la tua idea e noi ti aiuteremo a realizzare i tuoi bigliettini, in B/N o a colori.

Stampa.

Portaci la tua grafica già costruita, nel nostro campionario troverete un assortita varietà esempi